HOME  | I PROGETTI  | LA SVANEZIA  | ITINERARI  | INFORMAZIONI  | GALLERIA FOTOGRAFICA

Dov'è la Svanezia  | Gli Svani  | La terra del Vello d'oro  | Un museo a cielo apero  | Cultura e tradizioni  | Flora e Habitat  | Cucina e tipicità  | Esploratori ed Alpinisti  |

GLI SVANI

La popolazione della Svanezia è una delle principali componeneti del mosiaco multietnico della Georgia.
Gli Svani parlano un loro dialetto e, come tutti gli abitanti delle montagne, hanno adottato una stile di vita che richiede grande adattabilità e resistenza, anche gli attrezzi del loro lavoro quotidiano sono semplici ma razionali, nessuna meraviglia quindi se la Svanezia ha dato i natali a molti forti alpinisti, il più noto è Mikheil Khergiani.
Mikheil (Misha) Khergiani (1932-1969) venne insignito del titolo di Maestro dello sport dall'Unione sovietica nel 1963, per tre volte campione USSR di alpinismo e sette volte campione USSR di arramicata sportiva. Fin dal 1976 è stato istituito il premio di arrampicata alla sua memoria, el 1969 una cima senza nome in Turkestan e nel 1978 l'asteroide N3234 gli vennero intitolati. Perì a causa di una scarica di sassi sul tiro finale della via Livanos-Gabriel alla Cima Su Alto (2.951 m) nel gruppo della Civetta.
Le leggende raccontano che gli Svani si sono sempre arrampicati sulle montagne, nel XVII secolo un sacerdote, Yoseb Mokheve, scalò il Mkinvartsveri (5033 m).